A.I.R.E.

L’iscrizione all’A.I.R.E. e’ un tema molto dibattuto tra gli italiani residenti a Tenerife e nelle Canarie, e’ un passaggio importante per la defiscalizzazione della Pensione INPS, cerchiamo di comprendere bene la normativa e comprendere i diritti/doveri per un cittadino italiano che risiede stabilmente all’estero:

L’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) è stata istituita con legge 27 ottobre 1988, n. 470 e contiene i dati dei cittadini italiani che risiedono all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi e quelli che già vivono all’estero, sia perché nati in una qualsiasi nazione del mondo che per acquisto successivo della cittadinanza italiana. Alle Canarie esistono molti cittadini italiani di origine Sud americana (argentini, uruguaiani, venezuelani, etc).

Essa è gestita dai Comuni italiani e dal Ministero dell’Interno sulla base delle informazioni provenienti dagli Uffici consolari. Dato che l’unico ente titolare delle funzioni anagrafiche è il Comune italiano, la richiesta d’iscrizione all’AIRE viene inoltrata al Comune competente, il quale provvede all’aggiornamento della posizione di residenza e delle liste elettorali.

L’iscrizione AIRE è gratuita, comporta la cancellazione dalla residenza dal territorio della Repubblica (cancellazione dall’A.P.R., che è l’Anagrafe della Popolazione Residente in Italia), e, una volta effettuata, viene notificata direttamente dal Comune al cittadino (nota: la mancata notifica da parte del Comune non comporta necessariamente una mancata iscrizione AIRE).

E’ obbligatorio iscriversi all’AIRE?

Sì, se sei un cittadino italiano e intendi risiedere all’estero per più di 12 mesi.

Per legge, infatti, devono iscriversi all’AIRE:
• i cittadini che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi; la dichiarazione deve essere presentata entro 90 giorni dall’espatrio;
• quelli che già vi risiedono, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo.

3. Come ci si iscrive all’AIRE?

L’iscrizione all’AIRE si può richiedere:
Per posta elettronica all’indirizzo madrid.aire@esteri.it inviando il modulo di richiesta in scansione (formato PDF e “bianco e nero” per non appesantire l’invio; se possibile inviare il modulo e le scansioni dei documenti in un unico file PDF di varie pagine, massimo 10 MB)
Per fax al numero (+34) 91.5546669 (selezionare nell’apparecchio fax “alta qualità” o “testo+foto”)
Per posta ordinaria, all’indirizzo della Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia in Madrid, Calle Agustín de Betancourt n.3 – 28003 Madrid
Personalmente presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Madrid, previo appuntamento online.

ATTENZIONE: NON È POSSIBILE INVIARE RICHIESTE DI ALTRI SERVIZI CONSOLARI (ES. PASSAPORTO, CARTA D’IDENTITÀ, CERTIFICATI, ECC.) INSIEME ALLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ALL’AIRE. Tali servizi potranno essere chiesti solo dopo la ricezione da parte dell’Ufficio della mail di conferma dell’avvenuta trattazione della richiesta AIRE.

Iscriversi all’AIRE è quindi un diritto dovere di ogni cittadino italiano residente all’estero stabilmente, cio’ permette di usufruire di vari servizi forniti dai consolati italiani all’estero, nonché l’esercizio di alcuni diritti doveri, ad esempio:

Possibilità di votare alle elezioni politiche e ai referendum italiani nel Paese di residenza (Spagna nostro caso);

Possibilità di richiedere il rilascio e il rinnovo di documenti di identità e di viaggio principalmente all’Ambasciata italiana di Madrid;

Vantaggi e svantaggi dell’iscrizione all’AIRE:

L’evidente vantaggio è che non sarai costretto a rientrare in Italia per espletare alcuni adempimenti burocratici come il rilascio o il rinnovo del passaporto e della carta d’identita’ (per i cittadini AIRE non e’ possibile richiedere la nuova carta con il chip).

Possibilità di voto per elezioni politiche e referendum nel Paese di residenza

Ricezione degli atti di nascita, di matrimonio, di morte

Richiesta presso i Comuni italiani e affissione presso l’Albo consolare delle pubblicazioni di matrimonio

Autenticazione di sottoscrizioni a scritture private e svolgimento di diverse funzioni notarili tramite il nostro Consolato di Madrid.

Ricezione degli atti di nascita, di matrimonio, di morte

Richiesta presso i Comuni italiani e affissione presso l’Albo consolare delle pubblicazioni di matrimonio

Invece una delle conseguenze più evidenti è qualla di perdere il diritto al medico di base in Italia con il ritiro della Tessera sanitaria (con lettera delle Usl), all’assistenza ospedaliera tramite mutua e all’acquisto dei medicinali dietro pagamento del solo ticket in Italia.

L’iscrizione all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) o il diritto di voto in Italia, non aprono quindi un diritto all’assistenza sanitaria in Italia salvo. In questo caso dovra’ essere usata la tessera sanitaria spagnola per periodi massimidi 90 giorni per coprire le urgenze.

Share This