Venerdi’ prossimo alle ore 17presso la nostra sede del Valdes Center un pomeriggio di cultura ricordando una donna speciale, ELENA!

In questi anni moltissimi italiani e stranieri hanno potuto allietare le vacanze grazie ad Elena, che vicino al Casino, aveva aperto la sua libreria

Chissa’ quante volte avete visto questi scaffali e questo sorriso? Lasua esperienza era stata d’esempio per tanti italiani che volevano trasferirsi, anche io con il mio vecchio sito scrissi un post, ancora tra i piu’ letti.

Venerdi’ alle 17, presso la nostra sede al Valdes center. torre A secondo piano, vogliamo ricordarla, intitolandogli la libreria dell’ufficio e promozionando il progetto “ELENA CON NOI”:

Promosso daalcuni amici di Elena per creare un piccolo centro in Tanzania, presentato dal padre di Elena, Enrico, in diretta facebook venerdi’ pomeriggio. Progetto preparato dall’Organizzazione MEDICI CON L’AFRICA CUAMM.

“Il progetto “ElenaConNoi” nasce dalla necessità di ricordare una Donna Speciale, ma soprattutto di trasformare il vuoto che ha
lasciato nella vita di chi Le ha voluto bene in qualcosa di costruttivo. In ricordo di Elena tutti i proventi raccolti saranno devoluti a favore di Medici con l’Africa Cuamm per l’allestimento di un’unità per la terapia della malnutrizione severa acuta (SAM) in Tanzania

informazioni:
ALESSANDRA alessandrabellinazzi@gmail.com
CRISTINA gruppo.rho@cuamm.org

PER DONAZIONI        IBAN IT82F0306967684510323036984     SPECIFICANDO LA CAUSALE DEL VERSAMENTO.

Venerdi’ pomeriggio, come promesso al suo autore, Marco Reati, presentero’ il libro l’ISOLA DELLA NEGAZIONE, una storia sempre ambientata in ambienti lontani, viaggi.

L ’opera di un amico, Marco Reati, un viaggiatore nel DNA conosciuto proprio a Tenerife, uno dei tantissimi italiani con profonde radici e che allo stesso tempo sia da giovane sia da uomo maturo ha sempre voluto provare e scoprire le opportunita’ che si possono scoprire fuori dai confini italici. L’altro giorno al telefono gli ho fatto i complimenti dopo aver terminato la lettura del suo libro “L’isola della negazione”, un racconto non troppo romanzato di un viaggio di otto mesi verso il Borneo, in fuga da un’Italia di allora sconvolta tra la lotta, a volte armata, tra il vecchio ed il nuovo e che per tanti motivi, il giovane Marco (Luca nel libro), non condivideva piu’.

Bellissimo questo racconto, di un viaggio avventuroso attraverso Grecia, Turchia, Iran, Afganistan, India, Nepal. Molte di queste zone ora, per la radicalizzazione islamica e l’odio per i troppi conflitti  scatenati dagli occidentali e succedutisi dopo la prima guerra del golfo, sono quasi off limit per un occidentale/cristiano oggi. Con le dovute differenze e peculiarita’ trovo grandi similitudini personali con Marco Reati, un viaggiatore, una persona flessibile disposto ad adattarsi, un curioso anche verso altri popoli e verso altre culture e religioni e allo stesso tempo attaccato alla famiglia, all’Italia e alla sua millenaria cultura con un fondo di identita’ toscana.

Il successo scritto da Marco Reati

Il successo scritto da Marco Reati

Quindi, comprate il libro di Marco a questo link proprio su Amazon, o nelle migliori librerie, Vi aspettiamo numerosi venerdi’, Elena e Marco hanno molto da raccontare

Dott. Riccardo Barbuti

 

Share This